La presentazione del Mud 2021 va fatta entro il 16 giugno

Proroga scadenza MUD 2021
scadenza MUD

La presentazione del Mud 2021 va fatta entro il 16 giugno. Con il Modello unico di dichiarazione ambientale – MUD dovranno essere dichiarati, in via telematica o tramite la PEC, i rifiuti prodotti e gestiti nel 2020.

La presentazione del MUD coinvolge più di 400mila imprese ed enti produttori di rifiuti speciali, oltre a tutti gli operatori della filiera dei rifiuti.

Il nuovo modello ripropone le 6 comunicazioni classiche ma presenta alcune novità, rispetto a quello previgente, nelle informazioni da trasmettere e nelle modalità di invio delle comunicazioni.

Principali novità del MUD 2021

Sul sito web Ecocamere sono presentate le novità del modello di quest’anno, volte a dare attuazione alla normativa europea più recente e ai provvedimenti nazionali che hanno recepito le direttive sull’economia circolare (tra tutti, il D.Lgs. 116/2020).
Ecco le novità:
– gli impianti che svolgono attività di recupero dovranno comunicare, nella scheda SA-AUT, se l’autorizzazione è riferita ad attività di recupero per le quali è stata prevista applicazione del c.3 art. 184-ter (End-of-Waste “caso per caso”);
– nella comunicazione rifiuti e veicoli fuori uso sono state apportate modifiche alle informazioni relative ai materiali derivanti dall’attività di recupero, con l’aggiunta di alcune tipologie e la modifica di altre;
– la scheda “CG-costi di gestione” della comunicazione rifiuti urbani è stata completamente ridisegnata;
– sono state modificate le categorie della comunicazione RAEE per adeguarle all’entrata in vigore dell’Open scope (ambito di applicazione della normativa RAEE “aperto” a un numero maggiore di prodotti, come previsto dalla direttiva 2012/19/UE) e della classificazione prevista dall’allegato III al D.Lgs. 49/2014;
– sempre nella comunicazione RAEE è stata aggiunta la voce relativa alla quantità di RAEE preparati per il riutilizzo, mentre è stata eliminata l’informazione sui RAEE utilizzati come apparecchiatura intera.

Rimane invariato il corredo di sanzioni previsto per la tardiva, omessa o incompleta dichiarazione.

Un webinar sulla compilazione e la presentazione del MUD 2021

Sempre sul sito Ecocamere, sono raccolte una serie di informazioni di servizio sulla compilazione del Mud, come l’iniziativa di Unioncamere Lombardia che, in collaborazione con Ecocerved, organizza un webinar su compilazione e presentazione delle comunicazioni MUD, programmato per il 24 maggio 2021 a partire dalle ore 9:30. Sul sito il link per iscriversi.

Il Modello Unico di Dichiarazione ambientale per l’anno 2021 (MUD 2021) è contenuto nel D.P.C.M. del 23 dicembre 2020. A causa della sua tardiva pubblicazione (GU n. 39 del 16 febbraio 2021) il termine per la presentazione del MUD è slittato dal 30 aprile al 16 giugno 2021 – cioè centoventi giorni a decorrere dalla data di pubblicazione – applicandosi a tale circostanza quanto previsto dall’art. 6, comma 2-bis, della l. n. 70/1994:
“2-bis. Qualora si renda necessario apportare, nell’anno successivo a quello di riferimento, modifiche ed integrazioni al modello unico di dichiarazione ambientale, le predette modifiche ed integrazioni sono disposte con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale entro la data del 1° marzo; in tale ipotesi, il termine per la presentazione del modello è fissato in centoventi giorni a decorrere dalla data di pubblicazione del predetto decreto.”

(8 Posts)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *