A cura di
Andrea Quaranta
Giurista ambientale

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

DIRITTO DELL'ENERGIA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

AA.VV. - Coordinamento di Andrea Quaranta

Responsabilità ambientale e assicurazioni

IPSOA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

/Solare Fotovoltaico

Reato paesaggistico - La mancanza di autorizzazione idonea a configurare il reato paesaggistico
28/01/2012

L'installazione di pannelli solari è inequivocabilmente un intervento idoneo ad incidere negativamente sull'assetto paesaggistico e richiede l'autorizzazione dell'ente preposto alla tutela del vincolo. La necessità di tale autorizzazione è esplicitamente prevista dal D.P.R. 9 luglio 2010 n. 139 – regolamento recante procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica per gli interventi di lieve entità. La mancanza di autorizzazione è idonea a configurare il reato paesaggistico che, come indicato dalla giurisprudenza ormai consolidata ha natura di reato formale e di pericolo.

Impianti in zona agricola - Rigetto parere negativo vincolante della Regione su compatibilità paesaggistica
18/01/2012

Gli impianti di produzione di energia elettrica possono essere ubicati anche in zone classificate agricole dai vigenti piani urbanistici. Nell'ubicazione si dovrà tenere conto anche delle norme che tutelano il patrimonio culturale e il paesaggio rurale. Le regioni possono procedere alla indicazione di aree e siti non idonei alla installazione di specifiche tipologie di impianti ma, nel caso di specie, il Collegio ha ritenuto apodittiche e insufficienti le motivazioni in base alle quali la direzione regionale per i beni culturali e il paesaggio aveva espresso parere negativo vincolante sulla compatibilità paesaggistica di un impianto fotovoltaico su terreno agricolo.

Diritto alla tariffa incentivante e regime transitorio - Consiglio di Stato, n. 657/11
29/10/2011

Nell’art. 8, comma 6, del d.m. 28 luglio 2005, i termini la cui inosservanza comporta la decadenza dal diritto alla tariffa incentivante sono riferiti al mancato compimento delle fasi di realizzazione ed esercizio dell’impianto e non alla mancata comunicazione al riguardo. Con il d.m. 19 febbraio 2007 è stata introdotta una disciplina innovativa rispetto a quella precedente, incidente sui requisiti e le modalità dell’incentivazione, risultando di conseguenza necessaria una normativa transitoria che non risulta illegittima né irragionevole, poiché idonea a salvaguardare la posizione dei soggetti che abbiano maturato il diritto all’incentivazione ai sensi del regime precedente nell’anno antecedente l’entrata in vigore della nuova normativa.

Impianti fotovoltaici collocati a confine del ciglio stradale - TRGA - n. 240/2010
29/09/2011

Se è vero che l’impianto fotovoltaico non costituisce costruzione nel senso classico del termine, non sviluppando cubatura, non si può negare che un impianto realizzato a confine con il ciglio stradale potrebbe ostacolare la visuale necessaria per una viabilità sicura. Pertanto occorre considerare i vincoli imposti dalle fasce di rispetto ai sensi del Codice della Strada. Nella specie, il Collegio ha respinto la tesi del ricorrente, che lamentava la violazione dell’art. 873 C.C. del codice della strada e delle norme di attuazione del piano urbanistico comunale, poiché il progetto era stato respinto con la motivazione che i pannelli dovessero rispettare le distanze dal confine e dalla strada.

Posa di pannelli fotovoltaici su edifici esistenti: Soprintendenza e Relazione Paesistica - TAR Brescia, n. 3276/10
04/06/2011

La posa di pannelli fotovoltaici su edifici esistenti non può essere equiparata ai lavori che definiscono ex novo il contesto ambientale su cui incidono. Per negare l’installazione di un impianto ftv occorre dare prova dell’assoluta incongruenza delle opere rispetto alle peculiarità del paesaggio. L’uso di pannelli fotovoltaici è attualmente considerato desiderabile per il contributo alla produzione di energia elettrica senza inconvenienti ambientali, e la sempre più diffusa attenzione per tale tecnologia condiziona il giudizio estetico: in particolare, la Soprintendenza può certamente contestare le valutazioni espresse nella relazione paesistica, ma solo quando siano palesemente erronee o...

Grafica: Andrea Quaranta © 2008-2017 Andrea Quaranta - P.IVA: 07754551005
Privacy Policy
Disclaimer Powered by Diadema Sinergie Hosting: EastItaly