A cura di
Andrea Quaranta
Giurista ambientale

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

DIRITTO DELL'ENERGIA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

AA.VV. - Coordinamento di Andrea Quaranta

Responsabilità ambientale e assicurazioni

IPSOA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

/Inquinamento atmosferico

Emissioni di biogas da discarica, art. 674 del codice penale e casi non consentiti dalla legge - Cassazione, n. 22010/10
16/01/2011
La clausola "nei casi non consentiti dalla legge", di cui all’art. 674 del c.p., propriamente riservata all'emissione di gas, vapori o fumi prevista nella seconda parte della norma, va intesa nel senso che, quando la diffusione provenga da un'attività economica socialmente utile e, come tale, legislativamente disciplinata, esula il reato se la diffusione è consentita dalla legge, ovverosia non supera i limiti tabellari previsti dalla legge speciale vigente nella soggetta materia: in tal caso non può intervenire condanna penale per un'emissione in atmosfera che la legge speciale consente e valuta come tipicamente non pericolosa. Le emissioni di biogas di una discarica di rifiuti rientrano nella ...
Inquinamento da diossina: emergenza ambientale ed ambientale messa sotto silenzio - TAR Lecce, n. 3144/09
01/03/2010

Il Comune è legittimato a chiedere alla Regione un provvedimento espresso indicante la situazione di emergenza sanitaria ambientale causata dall'inquinamento da diossina? A questa domanda "da un milione di dollari" ha risposto senza ombra di dubbio ("sì!") il TAR di Lecce, con la sentenza che vi propongo oggi, brevemente commentata sul blog di Natura Giuridica. Il TAR pugliese ha sottolineato che l'obbligo regionale di provvedere da parte della regione non è escluso dal fatto che la fonte dell’inquinamento sembra essere stata neutralizzata da un'ordinanza contingibile e urgente del Sindaco: una situazione di estesa contaminazione...

Polveri sottili da attività di frantumazione: si applica l'art. 674 cp, parte prima - Cassazione, n. 16286/09
18/02/2010

L’immissione di polveri sottili nell'atmosfera è compresa nella prima ipotesi dell'art. 674 c.p., perché nel concetto di gettare o versare rientra anche quello di diffondere, comunque, polveri nelle aree circostanti. La diffusione di polveri nell'atmosfera va contestata come versamento di cose ai sensi della prima ipotesi dell'art. 674 c.p. e non come emissione di fumo: se il "gettare" si riferisce al lancio di materie solide, il "versare" concerne le materie liquide o fluide, oppure le materie solide ma ghiaiose, sabbiose o polverose. In questo caso, la Cassazione ha disatteso l’impostazione dei ricorrenti, in base alla quale le polveri sottili sono invece sostanze comprese nelle emissioni di fumo, che, secondo la...

Precauzione, ma con proporzionalità - TAR Campania, n. 3727/09
12/10/2009

Il principio di precauzione, secondo cui è consentito alla P.A. di adottare i provvedimenti necessari laddove paventi il rischio di una lesione di un interesse tutelato, anche in mancanza di un rischio concreto, deve armonizzarsi con il principio di proporzionalità, secondo cui le pubbliche autorità non possono imporre, con atti normativi e amministrativi, obblighi e restrizioni alle libertà dei cittadini in misura superiore a quella strettamente necessaria al raggiungimento dello scopo. Ne consegue che tutte le decisioni adottate dalle autorità, competenti in materia ambientale, devono essere assistite da un apparato motivazionale particolarmente...

Sistema per lo scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra - Corte di Giustizia delle Comunità europee
21/03/2009

L'esame della direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio 13 ottobre 2003, 2003/87/CE, che istituisce un sistema per lo scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra nella Comunità e che modifica la direttiva 96/61/CE del Consiglio, quale modificata dalla direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio 27 ottobre 2004, 2004/101/CE, alla luce del principio della parità di trattamento, non ha rivelato elementi che possano inficiarne la validità nella parte in cui essa prevede l'applicazione del sistema di scambio di quote di emissioni di gas a effetto serra al settore siderurgico, senza includere nel suo ambito di applicazione i settori chimico e dei metalli non ferrosi.

Prima pagina << 123
Grafica: Andrea Quaranta © 2008-2017 Andrea Quaranta - P.IVA: 07754551005
Privacy Policy
Disclaimer Powered by Diadema Sinergie Hosting: EastItaly