A cura di
Andrea Quaranta
Giurista ambientale

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

DIRITTO DELL'ENERGIA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

AA.VV. - Coordinamento di Andrea Quaranta

Responsabilità ambientale e assicurazioni

IPSOA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

/Gestione dei rifiuti

Elementi necessari per la configurazione del reato di discarica abusiva
08/03/2013

Affinché sia configurabile il reato di realizzazione e gestione di discarica abusiva, sono necessari l’accumulo ripetuto e non occasionale di rifiuti in area determinata;l’eterogeneità della massa di materiali; la definitività del loro abbandono; il degrado, anche solo tendenziale dello stato dei luoghi.

TARSU, TIA-1, TIA-2, TARES…..una mitragliata di tasse sui rifiuti
04/03/2013

Il legislatore nazionale, sia con la normativa attualmente in vigore, sia con il sistema tariffario (o impositivo) previgente, ha rimesso alla potestà regolamentare dei Comuni le disposizioni per la concreta applicazione della tassa, ma non ha attribuito ai Comuni medesimi il potere di incidere sul presupposto per l’applicazione della tassa (o tariffa) e sui requisiti per la fruizione dell’esenzione previsti dalla legislazione statale.

E oggi c’è pure la TARES…

Obblighi e responsabilità della curatela fallimentare in materia di bonifica e rifiuti
27/02/2013

Quando interviene la dichiarazione di fallimento dei soggetti che il TUA individua quali destinatari degli obblighi di ripristino ambientale (rimozione, avvio a recupero e smaltimento rifiuti o bonifica del sito inquinato), quali sono gli obblighi e le responsabilità del curatore fallimentare in operazioni di bonifica di siti contaminati e di abbandono di rifiuti?

È legittimo l’ordine di rimozione di rifiuti relativi all’attività dell’azienda fallita rivolti alla curatela fallimentare, da ritenersi pacificamente non responsabile dell’inquinamento?

Il percolato nella giurisprudenza amministrativa e penale. Il ruolo del PM
06/02/2013

Il percolato è un “potente” inquinante, e costituisce un grave problema ambientale, tant’è che dev’essere captato ed opportunamente trattato in impianti autorizzati allo smaltimento di rifiuti: il percolato, infatti, è un rifiuto liquido e come tale va trattato, nonostante spesso si sia cercato di far discendere, proprio dalla sua natura liquida, la possibilità di trattarlo nel rispetto della normativa sugli scarichi idrici.

Responsabilità del proprietario di un terreno sul quale sono stati abbandonati rifiuti
28/01/2013

È illegittima l’ordinanza con la quale il Sindaco dispone il recupero e l’allontanamento dei rifiuti speciali pericolosi e non, depositati da ignoti su area privata, non preceduta da alcuna indagine per stabilire se fosse imputabile al proprietario dell’area il predetto abbandono.

Ciò anche a causa dell’assenza di un momento partecipativo attraverso il quale il privato avrebbe potuto interloquire con l’Amministrazione e dimostrare la sua posizione.

Grafica: Andrea Quaranta © 2008-2017 Andrea Quaranta - P.IVA: 07754551005
Privacy Policy
Disclaimer Powered by Diadema Sinergie Hosting: EastItaly