A cura di
Andrea Quaranta
Giurista ambientale

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

DIRITTO DELL'ENERGIA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

AA.VV. - Coordinamento di Andrea Quaranta

Responsabilità ambientale e assicurazioni

IPSOA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

/Gestione dei rifiuti

Incenerimento for dummies - Andrea Quaranta
13/01/2015

La combustione dei rifiuti è una modalità di gestione border line, nel senso che dal punto di vista tecnico- giuridico può essere considerata come operazione di recupero o di smaltimento a seconda delle modalità prese in considerazione e degli impianti che vengono utilizzati per “valorizzare” il contenuto calorifico dei rifiuti stessi.

A tale proposto, la Corte di Giustizia ha avuto modo di affermare, in estrema sintesi, che la combustione di rifiuti costituisce un’operazione di recupero quando il suo obiettivo principale è che gli stessi possano svolgere una funzione utile, come mezzo per produrre energia, sostituendosi all’uso di una fonte primaria che avrebbe dovuto essere altrimenti usata per svolgere tale funzione, mentre non possono essere...

Albo Nazionale Gestori Ambientali: variazioni dell'iscrizione - Comitato Nazionale dell'ANGA
09/01/2015

Con la Deliberazione 25 novembre 2014 il Comitato Nazionale dell’ANGA, Albo Nazionale dei Gestori Ambientali, ha stabilito che nei casi di variazioni dell’iscrizione all’Albo che prevedono il trasferimento dell’iscrizione stessa ad altro soggetto giuridico l’impresa cui viene trasferita l’iscrizione, entro trenta giorni dalla data di efficacia della variazione, deve darne comunicazione tramite PEC alla Sezione regionale competente presentando la dichiarazione di cui all’allegato “A”, corredata, ove necessario, dall’appendice alla polizza fideiussoria già prestata riportante gli estremi della variazione intervenuta.

La Sezione regionale rilascia la ricevuta di cui all’allegato “B”, che deve accompagnare il provvedimento d’iscrizione in corso di validità affinché l’impresa possa giovarsi di quanto...

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l'anno 2015 - Consiglio dei Ministri
08/01/2015

Con il DPCM 17 dicembre 2014 è stata approvata la modulistica da utilizzare per il MUD, la dichiarazione ambientale. Entro il 30 aprile 2015 i soggetti interessati dovranno utilizzare questo nuovo modello, con riferimento ai rifiuti gestiti nel corso del 2014, e fino alla piena entrata in operatività del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI).

Cioè non si sa fino a quando.

Il MUD è articolato in comunicazioni che devono essere presentate dai soggetti tenuti all’adempimento: comunicazione rifiuti; veicoli fuori uso; imballaggi; RAEE; rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione; produttori AEE

DPCM 17 dicembre 2014

Discarica gestita irregolarmente: quali metodologie di campionamento ed analisi? - Cassazione, n. 40811/14
22/12/2014

in presenza di una discarica che si assume gestita irregolarmente e che abbia raccolto e miscelato rifiuti diversi, gli organi di accertamento si trovano a operare non in costanza di movimentazione dei singoli rifiuti ma dopo che le condotte si sono perfezionate e i prodotti trasportati e depositati hanno perso la propria individualità. Le metodologie di campionamento e di analisi non possono essere le medesime di quelle che concernono la singola partita. Questo impone agli organi di accertamento di procedere secondo le migliori tecniche disponibili e con le cautele necessarie ad evitare conclusioni non solide sotto il profilo tecnico e quello scientifico, assicurando alla parte privata la possibilità di un effettivo contraddittorio a supporto della correttezza della metodologia seguita.

Discariche: gli intermediari finanziari non possono rilasciare garanzie - TAR Puglia, n. 2448/14
17/12/2014

Il d.lgs. 36/2003 (in materia di discariche) non prevede l’espressa possibilità per gli intermediari finanziari di rilasciare garanzie finanziarie: di conseguenza, in applicazione del principio “ubi lex voluit dixit, ubi noluit tacuit”, non può ritenersi automatica l’assimilazione delle società di intermediazione finanziaria alle banche, atteso che laddove la legge ha voluto ha concesso tale facoltà.

In ogni caso, il TAR ha evidenzaito che nel caso di specie la polizza proviene da intermediario finanziario iscritto nel solo elenco speciale ex art.107 del previgente d.lgs.385/1993 e la nuova disciplina, in luogo dei due preesistenti albi di intermediari finanziari, l'uno generale, l'altro speciale, ne contempla soltanto uno, l'iscrizione nel quale è condizione per l'esercizio...

Grafica: Andrea Quaranta © 2008-2017 Andrea Quaranta - P.IVA: 07754551005
Privacy Policy
Disclaimer Powered by Diadema Sinergie Hosting: EastItaly