A cura di
Andrea Quaranta
Giurista ambientale

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

DIRITTO DELL'ENERGIA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

AA.VV. - Coordinamento di Andrea Quaranta

Responsabilità ambientale e assicurazioni

IPSOA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

/Eolico

Energia eolica, pale e parchi eolici

Questa sezione è dedicata a norme, pronunce, sentenze commentate ed articoli di approfondimento in materia di diritto dell'energia eolica. Perleggere gli articoli devi registrarti.
Per scaricare alcuni articoli basta la registrazione free, per tutti gli altri occorre la registrazione "Premium", a pagamento. Quest'ultima ti fa accedere anche ai documenti free.
Se sei interessato ad una consulenza ambientale o parere in materia di impianti eolici contatta Andrea Quaranta, titolare di Natura Giuridica.
Impatti cumulativi e co-visibilità di pale eoliche su una stessa area
18/10/2013

Se sulla stessa area in cui si intende realizzare un impianto di produzione di energia da fonte eolica si trovano già altri aerogeneratori di altre società, la verifica di assoggettabilità a valutazione d'impatto ambientale può includere l'aspetto degli impatti "cumulativi".

E' consentito in sede di verifica di assoggettabilità a Via la valutazione in ordine alla possibilità di impatti "cumulativi" e anche in termini di "co-visibilità" di più pale eoliche, perché si tratta di tipiche valutazioni ambientali fisiologicamente ammesse in tale sede.

Del resto la Via ha la funzione di individuare, descrivere e valutare gli effetti che un progetto produce su una pluralità di fattori biotici - quali l'uomo, la flora e la fauna - e abiotici - quali il suolo, l'acqua, l'aria, il clima, il paesaggio, i beni materiali e il patrimonio culturale - nonché le reciproche integrazioni, i quali complessivamente considerati...

I requisiti per il risarcimento danni quando l’annullamento non è più utile per il ricorrente
11/01/2013

Quando l’annullamento del provvedimento impugnato non risulta più utile per il ricorrente, quando, in che tempi e in che modi il giudice deve accertare l’illegittimità dell’atto?

Qual è il ruolo che giocano gli interessi risarcitori?

È sufficiente una semplice segnalazione della parte, o è necessario rilevare ex officio l’ipotetica presenza di un interesse la cui azionabilità è ancora nel potere della parte interessata?

Superficie realmente occupata da un impianto eolico
21/12/2012

Ai fini della determinazione della superficie occupata da ogni singolo impianto eolico, deve tenersi conto della proiezione della parte aerea sull’area sottostante. Ai fini di tale valutazione, infatti, non può non tenersi conto del movimento rotatorio dell’impianto stesso. Il concetto di superficie coperta, con riferimento alla realizzazione di impianti industriali, infatti, non deve essere inteso in senso tecnico-costruttivo, bensì in quello più lato urbanistico-edilizio, quale superficie direttamente impegnata da un impianto fisso anche tenendo conto della superficie occupata per il suo funzionamento, in quanto detta superficie viene sottratta ad ogni altra possibilità di utilizzazione.

Distanze minime fra impianti di diversi proponenti
28/11/2012

La normativa della regione Basilicata non contempla, per la tipologia di impianti considerata, disposizioni riguardanti eventuali “interferenze” di impianti terzi (attribuibili cioè a soggetti proponenti diversi), La disposizioni regionali riguarda infatti l’ipotesi di più impianti realizzati dallo stesso soggetto ovvero dallo stesso proprietario dei suoli di ubicazione degli impianti.

Grafica: Andrea Quaranta © 2008-2017 Andrea Quaranta - P.IVA: 07754551005
Privacy Policy
Disclaimer Powered by Diadema Sinergie Hosting: EastItaly