A cura di
Andrea Quaranta
Giurista ambientale

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

DIRITTO DELL'ENERGIA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

AA.VV. - Coordinamento di Andrea Quaranta

Responsabilità ambientale e assicurazioni

IPSOA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

/FER - norme generali

Poteri di localizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili di energia - TAR Palermo, n. 1952/10
07/11/2010
Legittimazione passiva nel giudizio di impugnazione del provvedimento di autorizzazione unica; competenze legislative in materia di fonti di energia rinnovabile; inerzia del legislatore regionale e poteri sostitutivi da parte dello Stato centrale; poteri di localizzazione. Sono alcuni dei temi trattati nella sentenza del TAR di Palermo, il quale ha affermato che il mancato esercizio, da parte regionale, delle competenze legislative in materia di fonti di energia rinnovabile comporta – sia per il rispetto del principio di legalità sostanziale, sia per il rispetto del principio di gerarchia fra le fonti – che le norme regolamentari da essa...
Denuncia inizio attività e autorizzazione: quali poteri regionali? - Corte Costituzionale, n. 119/10
07/10/2010

La costruzione e l’esercizio degli impianti da fonti rinnovabili, nonché le opere connesse, sono soggetti all’autorizzazione unica, nel rispetto delle normative vigenti in materia di tutela dell’ambiente, di tutela del paesaggio e del patrimonio storico-artistico. Sussiste una procedura autorizzativa semplificata in relazione agli impianti con una capacità di generazione inferiore rispetto alle soglie indicate dalla legge nazionale: agli impianti rientranti nelle suddette soglie si applica la disciplina della DIA (denuncia inizio attività). Nella specie, la Corte Costituzionale ha ritenuto fondata la questione di legittimità, sottolineando che la norma della Regione Puglia censurata ? che per alcune tipologie di...

Linee guida rinnovabili finalmente in Gazzetta Ufficiale - Ministero Sviluppo Economico
23/09/2010

Dopo quasi sette anni di attesa, in un settore strategico come quello delle fonti di energia rinnovabile; ad un passo (si fa per dire) dal recepimento della direttiva europea, che andrà a sostituire il D.Lgs 387/03, da cui sono scaturite le presenti linee guida sulle rinnovabili; in un vortice di normative frammentarie, incomplete, interpretabili, diverse da regione a regione, il nostro legislatore ha finalmente messo la parola fine all'annosa questione relativa alla mancanza di linee guida in grado di offrire sicuramente un quadro di insieme più certo. Nelle prossime settimane sul sito troverete approfondimenti scintifici sulle linee guida sulle rinnovabili: buona lettura, e contattatemi se avete dei quesiti...

Energie rinnovabili in Veneto: chi, come e quando autorizza gli impianti - Andrea Quaranta
07/07/2010

Qual è la distribuzione di competenze in materia di energia rinnovabile in Veneto? In quali casi è sufficiente la presentazione della dichiarazione inizio attività? Quando occorre richiedere, e a chi, l'Autorizzazione Unica? Per gli impianti fotovoltaici in zona agricola, quale iter occorre seguire? Sono le tematiche affrontate nel presente parere ambientale, relativo alle fonti di energia rinnovabili in Veneto: Natura Giuridica mette a disposizione dei propri lettori un valido strumento per muoversi nella normativa nazionale e regionale in materia di diritto dell’energia.

Se qualcuno ha qualcosa da dire, che parli ora o taccia per sempre - Consiglio di Stato, n. 1020/10
24/06/2010

Il D.Lgs. n. 387/2003 - ispirato a principi di semplificazione e accelerazione delle procedure finalizzate alla realizzazione e gestione degli impianti di energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili - ha previsto un’autorizzazione unica, che sostituisce tutti i pareri e le autorizzazioni altrimenti necessari, e in cui confluiscono anche le valutazioni di carattere paesaggistico, nonché quelle relative alla esistenza di vincoli di carattere storico- artistico, tramite il meccanismo della conferenza di servizi. Le amministrazioni convocate, pertanto, devono esprimere il proprio eventuale dissenso, a pena di inammissibilità, motivatamente e all’interno della conferenza di servizi . Ove...

Grafica: Andrea Quaranta © 2008-2017 Andrea Quaranta - P.IVA: 07754551005
Privacy Policy
Disclaimer Powered by Diadema Sinergie Hosting: EastItaly