A cura di
Andrea Quaranta
Giurista ambientale

DIRITTO DELL'AMBIENTE

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

DIRITTO DELL'ENERGIA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

AA.VV. - Coordinamento di Andrea Quaranta

Responsabilità ambientale e assicurazioni

IPSOA

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

ACCETTA I COOKIE
PER VISUALIZZARE
IL CONTENUTO

/Agroenergie

Agroenergie - Agro energie

Questa sezione è dedicata a norme, regolamenti, sentenze commentate ed articoli di approfondimento in materia di agro energie. Perleggere gli articoli devi registrarti.
Per scaricare alcuni documenti basta la registrazione free, per tutti gli altri occorre la registrazione "Premium", a pagamento. Con la registrazione Premium puoi scaricare anche i documenti free.
Se sei interessato ad una consulenza giuridica o parere in materia di agroenergie come biocarburanti, biocombustibili agricoli, agricoltura food e non-food contattaci!
Green economy: delega al Governo - Senato
29/01/2015

Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali.

Delega al Governo per l'introduzione di sistemi di remunerazione dei servizi ecosistemici e ambientali.

Nel DDl “green economy" il Governo viene delegato ad adottare uno o più decreti legislativi per l'introduzione di un sistema di pagamento dei servizi ecosistemici e ambientali (PSEA). Principî e criteri direttivi: a) prevedere che il sistema di PSEA sia definito quale remunerazione di una quota di valore aggiunto derivante, secondo meccanismi di carattere negoziale, dalla trasformazione dei servizi ecosistemici e ambientali in prodotti di mercato, nella logica della transazione diretta tra consumatore e produttore ...

Deposito incontrollato; deposito temporaneo; deposito preliminare; messa in riserva; stoccaggio
23/03/2012

In tema di gestione dei rifiuti, quando il deposito di rifiuti non possiede i requisiti fissati dalla legge per essere qualificato quale temporaneo, si realizza, a seconda dei casi, un abbandono ovvero un deposito incontrollato (sanzionato, secondo i casi, dagli artt. 255 e 256, c.2, D.Lgs.152 del 2006), un deposito preliminare (che necessita della prescritta autorizzazione in quanto configura una forma di gestione dei rifiuti), o una messa in riserva in attesa di recupero, anch'essa soggetta ad autorizzazione in quanto forma di gestione dei rifiuti.

 
Grafica: Andrea Quaranta Consulenza comunicativa: Naide Della Pelle © 2008-2015 Andrea Quaranta - P.IVA: 07754551005
Privacy Policy
Disclaimer Powered by Diadema Sinergie Hosting: EastItaly